pesce morto
GEAPRESS – Intervento dei volontari del META (Movimento Etico Tutela Animali e Ambiente) Sezione Lombardia in risposta alle numerose segnalazioni pervenute da cittadini indignati a causa dell’gonia e la morte dei pesci dei Navigli.

Sui tratta, spiega il META, di un problema che si ripresenta ogni anno quando i Navigli vengono messi in secca per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria. Gli attivisti hanno così disposto sopralluoghi in diversi punti del Naviglio al fine di valutare le criticità. Vere e proprie squadre di recupero hanno provveduto al trasferimento dei pesci in aree che presentavano livelli accettabili di sicurezza.

Molti volontari sono arrivati in soccorso della fauna ittica grazie al passaparola sui social media. “Armati” di stivali, guanti di gomma, retino e secchio hanno risposto all’appello prestando la loro opera sul tratto di via Porta Ticinese

Ogni anno – riferisce Andrea Sinesi, responsabile META Sezione Lombardia – associazioni di protezione animali e ambiente chiedono al Consorzio Villoresi che risponde dei Navigli e al Comune di Milano per la Darsena di lasciare i 10 centimetri di acqua necessari alla sopravvivenza della fauna ittica e che consentirebbero comunque la pulizia dei canali. Ci appelliamo alle istituzioni preposte affinché si arrivi al compromesso che salvi la vita dei pesci. Ricordiamo infatti che la situazione che hanno trovato le Unità Operative di META incaricate al recupero é stata veramente drammatica. Pesci costretti a nuotare di lato, altri fuori dall’acqua e decine ammucchiati in una pozza boccheggianti: una agonia straziante ed evitabile

Chi desidera lasciare la propria disponibilità e dare un aiuto può chiamare l’Unità Operativa META Lombardia: 3406743609

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati