gatto marsala
GEAPRESS – “Respira! Respira!” In questa maniera i militari della Guardia Costiera di Marsala (TP) hanno gioito al ritorno in vita di un gattino di circa un mese.

Una segnalazione, fatta pervenire da alcuni bambini, ha consentito all’equipaggio della Guardia Costiera di dirigersi nel posto indicato. A questo punto un militare si è tuttafo in mare prelevandolo. Una volta portato a bordo, il micetto è stato sottoposto a massaggio cardiaco e respirazione artificiale. Sembrava morto, così come appariva in mare, ma dopo l’intervento dell’equipaggio il micetto ha iniziato ad espellere acqua di mare dalla bocca e poi, finalmente, a respirare. Dall’imbarcazione, che nel frattempo si era diretta a riva, è stato così chiamato il Veterinario dell’ASL.

Al suo arrivo, il micio, nel frattempo asciugato presso i locali della Capitaneria di Porto di Marsala (TP) si era già ripreso.

Il gattino, chiamato Chiarlie, è stato “adottato” dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Marsala anche se, per maggiore sicurezza, è stato momentaneamente affidato alle cure di una clinica veterinaria.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati