GEAPRESS – Tutto tace. Nessuna notizia di Alì, il pastore tedesco di Tommaso Ferraro, il ragazzo non vedente di Montallegro (AG), rubato nei giorni scorsi e divenuto oggetto di un appello per la restituzione rivolto da Luca Zingaretti (vedi articolo GeaPress).

Smentite tutte le voci circolate sul ritrovamento del cane. In un caso si è trattato di un randagio rinvenuto morto nei pressi del paese intorno alle 19.00 di ieri. Un’altra segnalazione, arrivata da Ribera (AG), viene smentita dai Carabinieri.

Appena abbiamo avuto notizia di Alì ci siamo subito attivati – ha dichiarato a GeaPress il Commissario Capo Filippo Tavormina, Comandante della Polizia Locale di Montallegro e dell’Unione dei Comuni di Eraclea Minoa, Bovo Marina, Torre Salsa, Scala dei Turchi – Il comprensorio è grande e per questo abbiamo anche provveduto a diffondere dei manifesti in tutta la provincia di Agrigento, ove mettiamo a disposizione i numeri di telefono dove eventualmente fare pervenire le segnalazioni“.

La speranza, è anche quella che Alì sia stato lasciato andare, visto il clamore suscitato dal suo caso. Per chi contribuirà al ritrovamento di Alì è prevista una ricompensa.

Un furto anche un pò insolito, a detta degli inquirenti. Alì, infatti, è un cane adulto e difficilmente potrà trovare un acquirente. Forse per la riproduzione, ma, nel caso, sarà tutto da verificare. Secondo i Carabinieri di Montallegro, i furti dei cani da quelle parti non sono rari, ma riguardano prevalentmente cani da caccia. Anche adulti ed esperti, da riutilizzare, pertanto, nelle mansioni per le quali sono stati allenati. Ma per Alì, invece, è tutto un altro discorso.

Questi i numeri messi a disposizione dalla Polizia Locale di Montallegro: 0922 845001 – 320 4303649

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati