GEAPRESS – Di sicuro segue le navi, ma cosa ci facesse in quella della tratta Tangeri-Barcellona-Livorno, ancora non può dirsi. Ci penseranno i Veterinari del CRUMA, lo speciale Ospedale della LIPU riservato agli uccelli marini e non solo, a verificare cosa possa essere successo al piccolo Uccello delle Tempeste. Il più piccolo uccello marino d’Europa, precisano alla LIPU, la cui lunghezza totale è di appena 15 centimetri. Nella foto di Cecilia Georgetti è possibile apprezzare, a tal proposito, il raffronto con una moneta di 1 euro.

Un concentrato di delicatezza e resistenza che lo porta ad affrontare, come suggerisce lo stesso nome, anche il mare in avverse condizioni meteorologiche. Di certo, per essersi posato su quella nave, qualcosa che non va deve pur averla. Non è chiaro quando abbia deciso di interrompere i suoi voli in mare. Di sicuro l’equipaggio lo ha rinvenuto venerdì scorso, in piena navigazione. Appena attraccata al porto di Livorno è partita la comunicazione per la LIPU ed attualmente il grazioso uccello delle tempeste è ricoverato al CRUMA.

L’ultimo arrivo, sempre di un uccello delle tempeste, risale all’ormai lontano1997. Tanti anni di esperienza e cure altamente specializzate, sopratutto per questo tipo di animali dalla biologia estremamente particolare. Quasi, si potrebbe dire, senza alternativa. Per questo motivo GeaPress ha deciso di aiutare il CRUMA della LIPU la cui attività si basa esclusivamente sul contributo dei volontari. Chi lo volesse può utilizzare l’apposito form (VEDI PAGINA DEDICATA) messo a disposizione da GeaPress per aiutare i volontari ed i loro ospiti alati e non.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati