yulin V
GEAPRESS – Il governo Inglese si appresterebbe a scrivere alle proprie Ambasciate presso quei paesi ove carne di cane è consumata dall’uomo. Lo scopo è quello di intervenire affinchè si intraprenda finalmente la direzione di porre fine a tale commercio.

Il Ministro degli Affari Esteri James Duddridge si è  impegnato ad aprire un dibattito nella Camera dei Comuni, dove alcuni parlamentari hanno descritto il fenomeno come “disumano” e “disgustoso”.

In particolare il Deputato laburista Rob Flello ha chiesto di intervenire per fermare il festival annuale a base di carne di cane, nel sud-ovest della Cina. Il riferimento è la nota manifestazione di Yulin che sembra proprio avere sollevato l’indignazione in tutto il mondo. Secondo Flello, il ruolo della Camera dei Comuni non è quello di dire  ad un paese straniero cosa fare, ma non si può più permettere ad una tradizione di mascherare quella che appare come un una barbarie.

Simpatie per le posizioni di Flello, sono altresì state espresse anche tra le file dei Conservatori, ma il Deputato Simon Hoare ha messo in guardia dal dire agli altri paesi cosa fare. Il rischio, cioè, è quello di scatenare una opposizione ad quello che apparirebbe come una sorta  di imperialismo culturale. Un sentimento, questo, chè è già apparso in Cina con effetti opposti a quelli desiderati da chi i cani li vuole salvi.

L’intenzione del Ministero degli Affari Esteri di scrivere alle Ambasciate, non sarebbe però venuta meno.

 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati