carrozza incidente
GEAPRESS – Secondo PETA si tratterebbe del primo paese al mondo ad avere vietato carri e carrozze trainate da cavalli e asini.

Si tratta di Israele, dove una lunga battaglia portata avanti dagli animalisti è finalmente giunta al suo termine.

In particolare, sottolinea PETA, la campagna era stata diretta dall’associazione  Hakol Chai, strenua oppositrice dell’usanza, che aveva documentato gli abusi perpetrati in danno di cavalli ed asini da lavoro. Affamati, picchiati, privati di cure veterinarie, oltre che costretti a lavorare per lunghe ore al giorno, sotto il sole e senza acqua e cibo. Quando non più in grado di lavorare, venivano semplicemente abbandonati.

Siamo entusiasti per la vittoria conseguita, che premia la nostra lotta per porre fine ad una pratica crudele ed ormai fuori dal tempo“. Così Reut Reshef, rappresentante del gruppo animalista, ha commentato la decisione.

Dal canto suo PETA si augura che la decisione possa divenire esempio anche per le città americane che continuano a fare uso delle carrozze.

Una speranza, forse, anche per i cavalli italiani. Dalle botticelle delle tante polemiche romane, fino ai cavalli con stalle in box auto di Palermo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati