incendio
GEAPRESS – Un incendio doloso in un rifugio di cani della Galilea gestito dall’associazione “Let the Animals Live”. Si tratta di una associazione di volontari molto attiva in Israele nella denuncia, tra l’altro, dei trasporti di animali vivi provenienti dall’Europa, come dai paesi asiatici.

Stante quanto riportato dai Vigili del Fuoco, le fiamme sarebbero partite da un’area centrale del Rifugio che si trova nei pressi della città di Sakhnin. Il rogo, quasi sicuramente, è di natura dolosa. Due cani di nome Max e Heidi sono morti. Gli altri ospiti, però, si sono salvati grazie al pronto intervento dei Vigili del Fuoco. Questi, infatti, si sono precipitati nelle gabbie ormai avvolte dalle fiamme riuscendo a fare scappare gli animali. Grazie a loro solo un cane, tra quelli feriti, ha riportato ferite di una certa entità. Tutti gli altri hanno invece ustioni minori.

Le fiamme si sono sviluppate intorno alle otto di ieri. Stante quanto riportato da “Let the Animals Live”, l’incendio è stata notato da “nonna Ruth”, una volontaria storica del rifugio, che ha dato subito l’allarme. E’ stata lei la prima ad accorgersi dei due cani morti.

L’associazione ha comunque riferito che il Rifugio era ben protetto. In qualche maniera gli incendiari sono riusciti ad appiccare il fuoco lanciando qualcosa dall’esterno. Per i cani è stato subito il panico, ma il pronto intervento della volontaria e dei Vigili del Fuoco che hanno subito raggiunto la zona avvolta dalle fiamme, è riuscito a contenere i danni.

Let the Animals Live, ha lanciato un appello per ricostruire le struttura. Tutti i cani sono ora ospitati nelle cliniche veterinarie o, se feriti lievemente, presso abitazioni private.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati