mucca
GEAPRESS – Con una  lettera aperta inviata ai Ministri della Giustizia Orlando e dell’Ambiente Galletti, le Deputata del Movimento 5 Stelle Chiara Gagnarli, ha chiesto di interrompere la procedura di alienazione di 165 animali ospitati presso l’isola-penitenziario di Gorgona (Livorno).

Così come riportato dalla Deputata pentastellata, componente della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, l’isola di Gorgona (Livorno), ospita uno dei pochi carceri “verdi” esistenti nel nostro Paese. Nella struttura risiedono infatti una settantina di detenuti che vivono all’aperto fuori dalle celle, e lavorano in vigna o nell’orto, curando gli animali, producendo formaggi e miele, occupandosi delle manutenzioni e della cucina.

L’isola rappresenta così una vera e propria “colonia penale laboratorio”.

Dagli anni novanta, infatti, porta avanti tante iniziative, come l’impianto della vigna ed il percorso rieducativo con gli animali. Si tratta di bovini, suini, ovini e caprini, che non vengono più utilizzati per la produzione, né tantomeno per la carne, ma per sviluppare attività di relazione con i detenuti, nella splendida cornice del Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano. In tal maniera, ha sottolienato Chiara Gagnarli, si è saputo coniugare  l’aspetto sociale, morale ed ambientale.

L’isola, però, negli ultimi anni avrebbe subito una fortissima riduzione di fondi sebbene, con il supporto esterno, prova a rilanciare i suoi progetti, con lo scopo di continuare a formare  i reclusi e l’ambizioso obiettivo di fare di Gorgona un’isola dei diritti, dello Stato, dei detenuti ed anche degli animali che la popolano.

Purtroppo, a partire dal 2 dicembre 2014, a causa di problemi economici dell’Amministrazione Penitenziaria, è stata indetta una “procedura ristretta di alienazione” di 165 di questi animali, circa la metà, per un presunto risparmio annuo di 30 mila euro, rappresentato dal cibo necessario al loro sostentamento.

L’alienazione – ha dichiarato la Deputata Gagnarli –  prefigurerebbe la prossima cessione degli altri animali e metterebbe a serio rischio il successo dell’intero progetto di rieducazione che, piuttosto, andrebbe incentivato, valorizzato e diffuso all’intero sistema penitenziario nazionale. Per tale motivo, e come già richiesto in una interrogazione a mia prima firma depositata oggi chiedo con forza che questa alienazione di 165 animali presenti sull’Isola di Gorgona venga interrotta, ed a tal fine i Ministri Orlando e Galletti a convocare d’urgenza un tavolo di confronto fra Amministrazione giudiziaria, Enti Locali ed eventualmente le Associazioni Onlus a difesa degli animali, al fine di  trovare delle soluzioni alternative che salvaguardino e sostengano un’esperienza positiva e unica nel suo genere“.

Dell’invito è stato altresì informato il Presidente del Consiglio Matteo Renzi

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati