GEAPRESS – Era finita dentro un pozzo a San Fernandino di Puglia (BT). La femmina di Tasso, probabilmente, era in cerca di cibo. Tuberi, ma anche lumache, vermi e piccoli serpenti, come, ad esempio, le vipere. Li cerca di notte, in aree boscate o anche semi aperte, comunque con presenza di vegetazione. Probabilmente, a San Fernandino, è incappata nel pozzo, ha perso l’equilibrio ed è caduta giù.

Per recuperarla, circa un mese addietro, erano dovuti intervenire i Vigili del Fuoco e la Polizia Municipale di San Fernandino. Poi il soccorso presso al Facoltà di Medicina Veterinaria di Bari, dove l’animale è giunto in stato di denutrizione e disidratazione. Ne è seguito il lungo ricovero presso il Centro di Recupero del WWF di Molfetta e la lunga degenza. Per recuperare il peso, al tasso è stata somministrata un dieta appropriata ed ora, tutto era pronto per il suo rilascio in natura.

Gli esperti del WWF l’hanno liberata il località Acquatetta, nel Comune di Spinazzola, all’interno del Parco Nazionale dell’Alta Murgia. A seguire le fasi della liberazione, il Responsabile del WWF Puglia Pasquale Salvemini, ed il Direttore del Parco Fabio Modesti. Il Tasso, dicono al WWF, è una specie in forte contrazione e per questo è ancor più importante che sia stato liberato all’interno di un’area protetta. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).