cavie al rifugio Monza
GEAPRESS – “Ci sono due oche rinchiuse da più giorni in un edificio rustico”.  Questa la segnalazione che domenica 9 novembre è arrivata all’ENPA di Monza e Brianza.

Secondo il segnalante, gli animali che si intravedevano dall’esterno, erano abbandonati a se stessi all’interno di un rustico annesso a una casa di corte a Giussano (MB). Sempre secondo quanto riportato dall’ENPA di Monza Brianza, il prietario era da più giorni assente.

Dopo un sopralluogo per appurare la veridicità della segnalazione, due volontari del nucleo anti-maltrattamento dell’ENPA hanno richiesto l’intervento del Comando della Polizia Locale e del veterinario dell’Asl. Constatando di persona la situazione, il vice commissario della Polizia Locale ha immediatamente chiesto al magistrato competente l’autorizzazione all’accesso ai locali, permettendo ai volontari di entrare nel rustico.

La porta d’ingresso era solo accostata ma impediva comunque agli animali l’uscita nel cortile. Secondo la Protezione Animali la situazione igienica sarebbe apparsa  grave, oltre al fatto che i pennuti – rivelatisi non oche ma un’anatra muta e un ibrido di germano – erano totalmente privi di cibo.

Ma le brutte sorprese non erano finite. Chiuse in una seconda stanza, non visibile dall’esterno, la task force (volontari ENPA, veterinario e polizia) ha trovato sette cavie europee rinchiuse in due gabbie che gli animalisti definiscono luride e completamente arrugginite, nel buio totale. Senza cibo e acqua né un riparo adeguato, si sarebbero così trovate in evidente stato di denutrizione e disidratazione.

Il Medico Veterinario ha certificato lo stato di salute degli animali e le condizioni igieniche in cui versavano, mentre la Polizia Locale ha provveduto al sequestro. Il reato contestato è quello di maltrattamento di animali.

Gli animali si trovano ora presso il rifugio di Monza, in via Buonarroti 52, dove sono stati visitati e sottoposti alle prime cure. Al termine del procedimento giudiziario potranno essere adottati.

L’ENPA ringrazia la Polizia Locale di Giussano e il veterinario Asl per la disponibilità e la professionalità dimostrate in questo frangente.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati