pecora rspca
GEAPRESS – Una pecora arrivata chissà come su un terrazzino di roccia della Snowdonia, regione del Galles. L’animale era stato avvistato da qualche giorno in una posizione letteralmente irraggiungibile. Belava impaurita  e per le temperature rigide di questi giorni. Un salvataggio impossibile considerata l’altezza della parete di roccia e la presenza di zone incoerenti che rischiavano di procurare piccoli crolli.

Eppure una squadra di rocciatori della RSPCA (Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals) è riuscita nell’intento. Due operatori, imbracati in corde da rocciatore, sono riusciti a raggiungere quel puntino bianco nell’enorme massa di roccia. Bagnati da una gelida pioggerellina i due rocciatori sono riusciti a raggiungere il terrazzino quasi in parallelo tra loro. Il momento più critico è stato rappresentato proprio dalla cattura dell’animale. Bastava poco per procurarne involontariamente la caduta.

La pecora, forse spaventata dal primo rocciatore, si è invece improvvisamente diretta verso il secondo uomo il quale con uno scatto repentino ha acciuffatto l’animale. Un gesto brusco ma necessario per salvarle la vita. La pecora è stata poi letteralmente insaccata e così trasportata fino alla salvezza.
Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati