cani in casa
GEAPRESS – Intervento delle Guardie Zoofile del distaccamento di Rignano S. Arno della  sezione Enpa di Firenze, presso un’abitazione  della provincia. Al suo interno sarebbero stati rinvenuti  ben 66 cani.

Stante quante comunicato dall’ENPA l’appartamento sarebbe stato adibito, tramite l’apposizione di divisori in cartongesso e cancellini, in una sorta canile al chiuso.

26 cani al primo piano, 18 soprattutto cuccioli al secondo piano e i restanti 22 in garage. Gli animali  appartenenti alle razze cavalier king, chihuahua, shitzu e bulldog francese sarebbero apparsi ammassati in vari box di 2m x 1,50. Secondo l’ENPA una condizione di “grave disagio psicofisico per la carenza di movimento, in luogo semibuio e privo delle minime caratteristiche di ricambio d’aria con una forte presenza di odore nauseabondo dovuto alle deiezioni e urina”.

I cani sarebbero stati  muniti di microchip provenienti da varie località italiane e estere.

Nonostante l’impegno dei proprietari a trasferirli al più presto in luogo più idoneo, le Guardie Zoofile hanno inviato alla Procura della Repubblica notizia di reato con l’accusa di detenzione incompatibile con le esigenze psicofisiche degli animali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati