cane magro anpana
GEAPRESS – “L’estate incombe e i maltrattamenti aumentano, molti cani vengono tenuti in condizioni incompatibili legati corti sotto il sole e senza acqua, queste sono spesso le segnalazioni che ci vengono fatte“. Ad affermarlo è il Comandante Provinciale delle Guardie ANPANA Rossano Maria secondo la quale “molti casi sono stati fortunatamente risolti con il buon senso dei proprietari. In altri purtroppo siamo costretti a intervenire drasticamente”.

Sette cani detenuti in un cascinale della provincia. Uno di loro, riportano le Guardie ANPANA, era legato a catena privo di un idoneo ricovero e in condizioni di salute pessime. Di soli due anni di vita si sarebbe inoltre presentato pelle e ossa;  nonostante trattavasi di un animale a pelo lungo e bianco, il suo stato di magrezza era visibile anche da lontano.

Grazie all’ntervento delle Guardie Ecozoofile ANPANA, il cane è stato sottoposto a sequestro penale, convalidato dalla Procura di Cuneo che ha disposto il ricovero presso una struttura specializzata.

L’ intervento è avvenuto con la collaborazione della Polizia Locale. Gli altri cani non sono ancora sottoposti a misura cautelare, ma, sottolinea l’ANPANA, “se non si interviene per fornire loro la giusta alimentazione  e cure mediche, si potrebbe arrivare al sequestro anche di questi”.

L’ ANPANA afferma come siano ormai moltissime le segnalazioni pervenute da cittadini sono sempre più sensibili a queste tematiche. Di fatto ci si chiede del perché prendere un animale e poi infliggergli simili maltrattamenti. “Ci poniamo anche noi questa domanda – afferma Maria Rossano – Vigileremo e interverremo in ogni caso possibile, presto speriamo di aumentare l’ organico delle nostre Guardie Volontarie, stiamo raccogliendo le iscrizioni per un nuovo corso che partirà a Settembre, in modo da essere sempre più presenti e aiutare tanti animali in difficoltà“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati