gheppio anpana
GEAPRESS – Armi illegali, pelli e un Falco vivo. Questo quanto sequestrato nel corso di un intervento congiunto delle Guardie Ecozoofile ANPANA e dei Carabinieri

L’operazione è scaturita nel corso di un accertamento in materia di benessere di animali.

Il falco Gheppio è stato trovato chiuso in una piccola gabbia e detenuto illegalmente. Nel corso della stessa operazione sono state ritrovate pelli di Tassi, Lepri, Conigli, nutrie, e numerose tagliole e trappole di vario genere. Secondo le Guardie ANPANA tutto l’armamentario sarebbe stato pronto all’ uso per la cattura di animali selvatici.

Un presunto bracconiere dell’Albese che avrebbe potuto nascondere armi illecite. Per questo è stato richiesto l’ intervento dei Carabinieri della Locale Stazione di Govone. I militari, sopraggiunti nei luoghi, hanno perquisito l’ abitazione, riscontrando diverse armi e modificate, detenute in modo irregolare.

Il presunto bracconiere è stato così tradotto in Caserma dai Carabinieri e denunciato all’Autorità Giudiziaria. Le pelli, trappole e armi sono state sottoposte a sequestro penale, mentre il Falco è stato portato al centro Lipu di Tigliole (AT), dove l’ animale potrà essere recuperato e successivamente rimesso il libertà.

Il Comandante Provinciale delle Guardie Ecozoofile ANPANA Rossano Maria, ha ricordato come ” questa primavera non lontano da questa zona, abbiamo scovato un altro bracconiere che deteneva illegalmente una Volpe, oltre che numerose trappole. Stiamo intensificando i controlli da Cortemilia fino ad Alba, dove diversi Cittadini ci hanno segnalato spari notturni e bracconieri che posano sul suolo trappole e lacci per la cattura di ungulati e altri piccoli animali selvatici“.

L’ ANPANA ringrazia l’ Arma dei Carabinieri, il Comandante della Stazione di Govone e tutti i militari intervenuti.

 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati