orso trentino II
GEAPRESS – Secondo le ultime notizie fornite dalla Provincia di Trento, i cuccioli di Daniza stanno bene. Le loro probabilità di sopravvivenza, non giudicate soddisfacenti ma la mortalità dei cuccioli nel primo anno di vita (anche con la presenza della madre) induce a sperare nell’aiuto di un pizzico di fortuna.

Ad ogni modo non sono denutriti e si alimentano in maniera naturale. Un monitoraggio costante, quello che sarebbe messo in atto dalla Forestale della Provincia di Trento, e che riguarda sia l’orso fornito di marca auricolare che emette segnali radio, che l’altro animale. Su quest’ultimo i rilievi sono attuati grazie alle apparecchiature installate in posti particolari

I due cuccioli sembrano muoversi in maniera autonoma occupando gran parte dell’areale a loro noto, ma  la cosa forse più importante è l’atteggiamento schivo che entrambi gli animali sembrano avere nei confronti dell’uomo. Un comportamento diverso potrebbe infatti generare quello che viene definito un “orso problematico”.

Sulla gestione di questa particolare categoria, ma anche sulle possibilità di avvistamento degli orsetti ed altri aspetti peculiari della vicenda, si è soffermato il dott. Claudio Groff, referente del Servizio Foreste e Fauna della Provincia per la gestione degli orsi, in uno dei due filmati diffusi dallo stesso Ente. Il secondo filmato mostra invece uno dei due orsi nel corso di una ripresa notturna (vedi link video in calce all’articolo).

La Provincia coglie l’occasione per ricordare come sia l’Ispra che il Ministero dell’Ambiente hanno condiviso l’opportunità di non procedere al tentativo di cattura del cucciolo non marcato. Una decisione ancora più ferma, è invece stata presa sull’ipotesi di captivazione degli orsetti. In tal maniera, sempre secondo la Provincia, si priverebbero per sempre i due animali della possibilità di condurre la vita selvatica. Dunque i figli di Daniza rimarranno liberi ma monitorati.

Fondamentale, per chi invece dovesse incontrare i cuccioli, mettersi in contatto con la Forestale trentina. Niente avvicinamenti e, soprattuto, non dare loro da mangiare.

Tra le azioni messe in campo dalla Provincia autonoma di Trento, anche l’installazione di apposita segnaletica, per informare gli automobilisti dell’importanza di fare attenzione all’eventuale attraversamento degli animali e una campagna informativa attraverso un pieghevole che sarà distribuito nella zona in cui vivono i due orsetti. Entro la fine del mese si terranno un tavolo tecnico con alcuni dei massimi esperti del settore e una conferenza informativa in Consiglio provinciale.

VEDI INTERVISTA ESPERTO DELLA PROVINCIA ED IMMAGINI ORSI

VEDI RIPRESA NOTTURNA ORSETTO DI DANIZA 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati