guardie zoofile
GEAPRESS – Intervento congiunto, il 3 luglio scorso, delle Guardie Eco Zoofile dell’OIPA Cosenza, della Polizia Municipale di Rende e all’ASP. Ad essere sottoposti a sequestro amministrativo sono stati 70 cani che, stante i primi rilievi investigativi, avrebbero vissuto in condizioni penose all’interno di una struttura privata. Le Guardie, a questo proposito, descrivono cancelli fatiscenti e situazioni igienico-sanitarie pessime. La proprietaria dei cani era a quanto pare assente per motivi di saluti.

I cani sarebbero così risultati  confinati tra il piano terra e il piano superiore, fra box d’accampamento e stanze che dividevano dagli altri cani più aggressivi. Animali quasi tutti di taglia media o medio-grande, e la stragrande maggioranza di loro non microchippata.

L’iter del sequestro è ora nelle mani della Polizia Municipale di Rende (CS) e dell’ASP. I cani, invece, verranno a breve trasferiti presso il canile sanitario di Mendicino (CS).

L’OIPA sottolinea come tenere un animale in casa vuol dire prendersi davvero cura di lui: nutrirlo, curarlo se sta male, provvedere alle sue esigenze quotidiane di moto e assicurargli uno spazio in cui possa sentirsi a suo agio. In alcuni casi, si arri va però ad accumularli in maniera eccessiva non riuscendo più a tenerli come dovuto. Animali che rischiano oltretutto di divenire infelici e trascurati.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati