colleferro
GEAPRESS – “Le operazioni non sono affatto concluse“. Così le associazioni Legambiente, ENPA, Italian Horse Protection e Rifugio degli Asinelli scrivono a poche ore di distanza dal comunicato del Ministero della Salute  (vedi articolo GeaPress) che aveva invece annunciato l’avvenuta conclusione degli interventi di sequestro a Colleferro (RM).

Tutti, però, concordano sul fatto che si tratti di un intervento inedito nel panorama italiano dei sequestri di equidi. “E’ urgente proseguire per mettere in sicurezza molti animali che in questo momento sono a rischio – spiegano le associazioni –  A differenza di notizie a più riprese circolate sulla stampa, la messa in sicurezza degli animali è lontana dalla sua conclusione“.

Un sicuro affidamento sarebbe stato trovato solo per 11 tra asini, muli e bardotti. I volontari stanno ora valutando  altre disponibilità, che appaiono però sempre insufficienti per riuscire a portare via da lì tutti gli altri animali. Ad avviso di Legambiente, Italian Horse Protection, ENPA e Rifugio degli Asinelli, permane anche l’esigenza di fondi. Spese veterinarie, di alimentazione, di trasporto, solo per citare le più frequenti durante questo primo periodo.

Sarebbero inoltre da sequestrare cinque cavalli, tre dei quali si troverebbero a vagare vicino al cimitero di Colleferro. Gli altri due, invece, sarebbero nel Comune di Segni. Altri 55 equini sarebbero solo “formalmente sequestrati“, ed invece, secondo le associazioni, ancora da portare al sicuro.  Stessa situazione, ovvero il “formale sequestro”, per 15 bovini.

L’impegno delle associazioni è stato e rimane fondamentale. Il sequestro è iniziato grazie alla denuncia, nel gennaio scorso, dell’Italian Horse Protection (a cui Striscia la Notizia ha dato visibilità mediatica), pur essendo la vicenda nota a molte Autorità da anni, e senza la copertura finanziaria garantita dalla raccolta fondi promossa dalle associazioni non sarebbe stato possibile iniziarlo e portarlo avanti.

In totale si tratterebbe di 190 animali posti sotto sequestro.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati