lo scodinzolo
GEAPRESS – Una cagnetta tenuta bene, con il pelo pulito ed il collarino antipulci. Evidentemente le ferie estive hanno giocato per lei un brutto scherzo. Il peggiore tradimento dell’uomo che la povera Clarissa, così è stata chiamata dai volontari, deve aver creduto fedele fino a quando è stata legata al cancello del Rifugio Lo Scodinzolo di Palermo.

Clarissa si è ritrovata sola di notte, accompagnata dalle luci delle automobili che passavano lontano. I volontari, giunti l’indomani mattina, hanno trovato la cagnolina terrorizzata. Eppure è bastato poco per riconquistare fiducia nell’uomo, questa volta senza timore di essere tradita. Per lei si sono subito aperte le porte del Rifugio ed è iniziata la profilassi sanitaria che caratterizza l’arrivo di ogni nuovo ospite.

L’unico, grande problema è il sovraffollamento dell’estate che sta mettendo a dura prova i volontari. Nuovi abbandoni e terapie particolarmente impegnative come quelle di Pippo, pastore tedesco cieco e malandato i cui costi stanno dissanguando i volontari (vedi articolo GeaPress).

Per questo viene richiesto l’aiuto a chi non vuole girare lo sguardo. Clarissa, Pippo e tutti gli altri ospiti de Lo Scondinzolo confidano in un tuo pensiero. Se li vorrai aiutare questa è la PAGINA DEGLI AIUTI. Unica precauzione, non scordarsi di specificare la causale “per Clarissa” e sarai informato sulle novità future, fino, si spera, all’adozione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati