yulin V
GEAPRESS – Intervento della Fondazione Brigitte Bardott che, nelle scorse ore, ha chiesto alle autorità governative della provincia di Guangxi in Cina, di fermare il festival della città di Yulin. Come è noto, nel corso dell’iniziativa che si svolge dal 21 al 23 giugno, vengono serviti piatti anche a base di carne di cane e gatti.

Secondo alcune stime, riprese nella nota della Fondazione Brigitte Bardot, nella città cinese verrebbero per l’occasione uccisi circa 10.000 cani e 4.000 gatti. L’abbattimento nei macelli locali viene inoltre preceduto dalle fasi traumatiche di cattura e trasporto. Si tratta spesso di animali di strada o rubati.

“Questo vile traffico – ha affermato la Fondazione Brigitte Bardot – deve essere bloccato per legge. Per questo la Fondazione ha invitato a FIRMARE http://www.fondationbrigittebardot.fr/agir/petitions/yulin la petizione ove si invitano le autorità governativa ad intervenire per fermare uccisioni.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati