camion cani cina
GEAPRESS – Potrebbero finire tutti in salvo i circa 400 cani bloccati nella giornata di ieri, grazie all’intervento degli animalisti cinesi, nei pressi di Kunming, nella provincia del Yunan. Secondo quanto diffuso da Compassion for China’s Animals, i cani non sarebbero accompagnati dalle necessarie documentazioni di legge. In particolare sembra non siano stati sottoposti al periodo di quarantena e pertanto il trasporto sarebbe da considersi illegale.

Gli animalisti cinesi stanno ora attendendo le disposizioni delle autorità. Sembra che i trasportatori siano pure recidivi.

Nel frattempo i cani stipati nel camion, continuano ad essere confortati dai volontari. Un gruppo di animalisti di Pechino ha nel frattempo inoltrato una denuncia al Ministero dell’Agricoltura chiedendo la veloce liberazione dei cani.

Se la vicenda, come si spera, sarà destinata a risolversi al più presto, saranno ancora una volta i volontari cinesi a doversi sobbarcare il peso dell’assistenza e collocazione delle centinaia di cani.

Nei luoghi, intanto, sono attesi veterinari e strutture modulari adatte ad ospitare in emergenza i poveri animali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati