cina cani
GEAPRESS – Sarebbero almeno 2000 i cani trovati in due camion diretti a Yulin, nella Cina meridionale. Ad intervenire il Dipartimento agricolo della provincia dello Guangxi e la Polizia Stradale. Come è noto, in occasione del solstizio di giugno, nella città di Yulin si svolge un festival a base di carne di cane.

A diffondere la notizia è l’associazione Duo Duo Animal Welfare Project, che riferisce anche di 21 ristoranti chiusi perchè non in regola con le autorizzazioni, che servivano piatti a base di carne di cane.

Nei giorni scorsi, nel corso delle proteste animaliste, non sono mancate tensioni tra i ristoratori e gli attivisti, tanto che in almeno un caso è stato richiesto l’intervento in forze della polizia.

Dodici in tutto, i casi di furti di cane finora segnalati.

La stessa associazione conferma inoltre quanto si era già evinto nei giorni scorsi, ovvero che il festival di Yulin si è svolto sotto tono rispetto alle precendi edizioni. Questo, proprio a causa delle proteste animaliste. Secondo Duo Duo Animal Welfare, i cani riscattati sarebbero circa ottanta, mentre altre fonti riferiscono di 400 animali. In molti casi si tratta però di acquisti, come l’incredibile asta posta in essere da un procacciatore di cani, che ha fruttato l’equivalente di 96 dollari (clicca al link VIDEO sottostante).

Veri e proprio blocchi sono poi avvenuti nelle strade di accesso alla città, come quello messo in atto da tre animaliste cinesi che hanno fermato una piccola spedizione di cani (clicca la link VIDEO sottostante).

Intanto, a partire da oggi, sarà pronta la campagna “Stop The 2015 Yulin Dog Meat Festival.”  Gli animalisti sono convinti che le pressioni nei confronti delle autorità di governo locale e centrale, serviranno a ridimensionare sempre più il festival, fino alla sua definitva chiusura.

VEDI VIDEO ASTA CANE

VEDI VIDEO SALVATAGGIO CANI TRASPORTATI

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati