peppa cinghialessa
GEAPRESS – Se ne è andata senza farsi notare. Peppa, la femmina di cinghiale recuperata lo scorso marzo dai volontari della Lega Nazionale per la Difesa del di Cava de’ Tirreni (SA) (vedi articolo GeaPress ) è stata trovata morta stamani.

La vicenda della piccola cinghialetta, aveva commosso in molti. Un bruto l’aveva picchiata e poi chiusa in un sacco. Una provvidenziale passeggiata con i cani, aveva consentito di scorgere quel sacco semovente. All’interno c’era Peppa, sporca e paralizzata. I volontari della Lega Difesa del Cane, guidati da Teresa Salsano, non si erano persi d’animo ed alla piccola Peppa non è stato fatto mancare niente. Nonostante la prima diagnosi faceva temere il peggio, Peppa  era riuscita ad alzarsi sulle sue zampe. Per lei era stata fatta la TAC ed una lunga fisioterapia.

Non mi scorderò mai di Peppa – riferisce a GeaPress Teresa Salsano – Il suo sguardo dolcissimo ci aveva accompagnato fin dall’inizio, quando era ancora paralizzata. Poi la fisioterapia, i massaggi, infine la ripresa. E dire che la davano per spacciata“.

Peppa è probabilmente morta per una emorragia interna. E’ stata trovata stamani intorno alle 7.30 con il sangue al naso e una grande macchia rossa. Non respirava più.

Mai avrei pensato di trovarla così – aggiunge Teresa Salsano –  nulla faceva pensare a questo. Forse si dovrebbe fare l’autopsia ma Peppa non la toccherà nessuno. Mia dolce Peppa, qualcuno l’aveva infilata in quel sacco, forse non era buona da macellare. Non la toccherà nessuno”.

Peppa ha vissuto felice e serena poco meno di un anno della sua vita. Un cinghiale molto giovane. Uno dei tanti “destinati” ad una brutta fine. Il destino gli ha invece assegnato lunghi mesi di pace. Un vero miracolo d’amore.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati