peppa cinghialina
GEAPRESS – Buone notizie per Peppa, la cinghialina salvata dai volontari delle Lega Difesa del Cane di Cava de’ Tirreni (vedi articolo GeaPress)

Come preannunciato dai volontari, stamani la cinghialina è stata ricoverata presso la Clinica veterinaria di Salerno ove è stata sottoposta a TAC. La preoccupazione era dovuta all’esito delle radiografie che non avevano rivelato danni ossei. Si temeva così che l’impedimento ad alzarsi in piedi  fosse dovuto alle percosse subite dalla cinghialina prima di essere chiusa in un sacco ed abbandonata nelle campagne di Cava de’ Tirreni.

Ed invece, la TAC parrebbe non avere rivelato danni  tali da giustificare una invalidità permanente. Un fatto, questo, che ha riempito di gioia i volontari della Lega Difesa del Cane. Dopo tanti anni di impegno nel recupero di cani abbandonati e maltrattati, doveva essere proprio un cinghiale a diventare quasi una mascotte dell’intero rifugio. Accarezzata, coccolata è divenutata così oggetto di mille premure. I suoi occhi dolci, sembrano ringraziare chiunque le si avvicini.

Dopo la TAC, Peppa  è risvegliata tranquilla e duna volta passati gli effetti del sedativo, ha fatto capire che avrebbe gradito un po’ di cibo. Si vedrà nei prossimi giorni l’evoluzione della salute di Peppa, nella speranza che qualcuno riesca a spiegare cosa è esattamente successo ed individuare l’autore di una crudeltà infinita.

In tanti anni di attività, aveva riferito a GeaPress la responsabile operativa della Lega del Cane Teresa Salsano , non si erano mai viste cose del genere. La Lega Difesa del Cane ha altresì preannunciato di volere andare a fondo della vicenda sperando di assumere informazioni su quanto successo.

VEDI VIDEO TAC PEPPA

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati