pastore tedesco oipa
GEAPRESS – Probilmente più persone sapevano sui  presunti metodi di educazione del cane. Fatti che, secondo le Guardie Zoofile dell’OIPA intervenute nella provincia di Caserta, sarebbero stati molto violenti, tanto che le grida disperate del cucciolone di pastore tedesco venivano udite ben oltre la casa ove era detenuto.

Indignati per tale violenza, in molti hanno richiesto l’intervento delle Guardie le quali, arrivate sul posto, hanno avuto modo di verificare le segnalazioni.

Su di un tavolo veniva ritrovato un bastone di metallo con evidenti segni di piegatura e di feci, alla cui vista il cucciolo di pastore tedesco di circa 6 mesi, fino a quel momento rinchiuso all’interno di una stanza, avrebbe mostrato una reazione terrorizzata, raggiungendo in piano inferiore e cercando di scavalcare il cancello per scappare. Il soggetto ora denunciato avrebbe giustificato l’uso del bastone sul cane come “metodo educativo necessario”.

Il cucciolone è stato subito messo in sicurezza, sottoposto ad accertamenti veterinari  e trasferito presso un rifugio privato sotto il diretto monitoraggio delle guardie zoofile mentre l’uomo dovrà ora difendersi dall’accusa di maltrattamento di animale.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati