cucciola cane morto
GEAPRESS – E’ successo a Carini, in provincia di Palermo. Una cucciola di non più di cinque mesi di vita, è rimasta a vegliare per più giorni il corpo della madre morta. La scena, notata da alcune persone del posto, è stata comunicata alla volontaria animalista Silvia Giunta la quale, subito arrivata nei luoghi, ha dovuto constatare l’innavicinabilità della cagnolina.

La cucciola, infatti, proteggeva il corpo della madre e non  permetteva a nessuno di potersi avvicinare.

Era molto determinata – riferisce Silvia Giunta a GeaPress – e per questo siamo dovuti ricorrere al Veterinario. Il dott. Lombardo ha così utilizzato un calmante per poterla recuperare“.

Portata presso l’ambulatorio veterinario e subito accudita dai volontari, oltre che dallo stesso dott. Lombardo, la cagnetta ha poi manifestato un carattere molto docile. La sua aggressività era dovuta solo alla difesa della madre, dalla quale non avrebbe voluto staccarsi.

Sulle cause della morte della cagna, si possono fare solo delle ipotesi. Il corpo era ormai alterato e rintracciare segni certi di maltrattamento non era forse più possibile, quantomeno ad un solo esame visivo del corpo. Di certo la cagna non era vicina a strade o altri luoghi che potevano far pensare ad un incidente, ma di più, considerata la situazione, non è possibile dire.

Sulla cucciola che ha difeso per giorni il corpo della madre, sono ora dirette tutte le attenzioni dei volontari e del dott. Lombardo. La speranza è di riuscire a darla in adozione. Questo il numero di cellulare messo a disposizione dai volontari 320 6040693

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati