volpe coppa
GEAPRESS – Una innata curiosità che la deve aver portato a guardare anche all’interno di una sorta di coppa di plastica rossa. La volpe di Arcata, nel nord della California a due passi dal Redwood Nationa Park, non si era però accorta in quale guaio si stava andando a cacciare. Solo la prontezza di un cittadino, che è riuscito ad afferrare il povero animale, l’ha salvata da un destino infausto.

La volpe è stata consegnata ai volontari del Bird All X che hanno provveduto al ricovero presso il  Humboldt Wildlife Care Center.

Secondo i Medici Veterinari intervenuti, la volpe era rimasta lungamente imprigionata all’interno di quella “trappola”. Numerosi i tagli, mentre le orecchie erano ormai completamente appiattite sulla testa che si presentava in più punti glabra ed assalita dai vermi.

Non è ancora fuori pericolo, ma la terapia antibiotica alla quale è sottoposta e le attenzioni del Centro di Recupero, riusciranno a portarla quanto prima nel suo ambiente naturale.

Purtroppo quello dei rifiuti incautamente eliminati, rappresenta un grosso problema sia per la fauna domestica che selvatica. Anche in Italia sono avvenuti numerosi recuperi di animali rimasti in tal maniera incidenti. Cani con lattine incastrate nella bocca (vedi articolo GeaPress) o gatti con la testa rimasta all’interno di scatolame (vedi articolo GeaPress)  rappresentano un “repertorio” più diffuso di quanto si possa immaginare.

I volontari consigliano di appurare sempre la corretta chiusura dei sacchi di immondizia che devono essere riposti negli appositi contenitori. Per alcuni oggetti, come lo scatolame, bisognerebbe sempre schiacciarlo al fine di evitare indesiderate “intrusioni”. Un gatto, come un cane o un animale selvatico, potrebbero sempre rompere il sacco per rovistare tra i rifiuti.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati