striscione bus
GEAPRESS – Un incidente annunciato quello avvenuto ieri pomeriggio nella Via Santa Margherita, nel centro di Cagliari. Lo afferma la LAV cittadina secondo la quale, quanto avvenuto, dimostra come la pratica di sfruttare i cavalli per trainare carrozze sia eticamente inaccettabile oltre che dannosa e pericolosa.

I cavalli, riferiscono gli animalisti, frequentano strade trafficate, percorse anche da automobili e autobus. Nonostante da settimane la Via Santa Margherita sia ristretta a causa di lavori, il servizio con le carrozze non è stato sospeso e il percorso non è stato variato.

Cavalli costretti a camminare nel traffico cittadino – riferisce la LAV di Cagliari -, sotto il sole estivo, inerpicandosi nelle tante salite del centro storico di Cagliari, a respirare i gas di scarico delle auto, a stare fermi guardando il nulla in attesa ripartire una volta che la carrozza è piena di turisti (fino a 20 persone), senza fare nulla di quello che dovrebbe appartenere alla vita di un cavallo“.

Non siamo riusciti ad avere notizie precise sulle condizioni di salute dei cavalli – dichiara Roberto Corona della LAV di Cagliari – la polizia municipale ha parlato di traumi agli arti inferiori e che è intervenuto un veterinario privato chiamato dal conducente della carrozza a prestare soccorso ai cavalli, ma non sappiamo quale è l’entità dell’infortunio e quali conseguenze avrà sui cavalli”.

La Lav di Cagliari, chiede all’amministrazione comunale di revocare la licenza ai vetturini e che questa pratica anacronistica venga bandita definitivamente in una moderna città turistica. La LAV aveva recentemente preso parte ad un flash mob di protesta contro l’uso delle carrozze a trazione animale documentando con foto e video le condizioni degli animali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati