cuccioli
GEAPRESS – Un’operazione complessa che, nelle prossime ore, potrebbe svelare ulteriori  particolari. Un commerciante del sud Italia fermato dalla Polstrada di Bologna sulla A13 all’altezza di Altedo. A bordo di un furgone vi erano 220 cuccioli.

Tutti gli animali provengono dall’Ungheria, dove sarebbero stati acquistati da soggetti forse  già incorsi in vicende di questo genere.

Sui cuccioli è attualmente in corso le verifica dell’età desumibile dall’esame veterinario. Il tutto da raffrontare  con quanto dichiarato nella documentazione ritrovata. Razze da compagnia, secondo un’abitudine ben radicata e, notoriamente, dai considerevoli margini di guadagno.

L’intervento operato dalla Polstrada, nasce da una attività di indagine condotta dall’Eital (Ente Italiano Tutela Animali) che potrebbe essersi avvalsa di segnalazioni provenienti dallo stesso settore dei commercianti di animali. Non è da escludere, come già sembra essere emerso nel corso di altre indagini, che nell’ambiente vi siano antichi dissapori.

Al vaglio dei Veterinari vi sono ora le condizioni di salute degli animali, tutti posti sotto sequestro. Si tratta prevalentemente di chihuahua, maltesi, carlini, bulldog francesi ed altre varietà da compagnia.

La provenienza ungherese viene riferita come certa.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati