pinscher oipa
GEAPRESS – Intervento delle Guardie Zoofile dell’OIPA di Bologna che ha fatto seguito a numerose segnalazioni relative ad un cane di razza pinscher.

Stante le notizie pervenute, il cagnolino sarebbe stato costantemente detenuto in un balcone sotto il sole.

Le Guardie Zoofile OIPA hanno effettuato per due giorni diversi sopralluoghi in orari diversi al fine di verificare le reali condizioni di detenzione del cane, cercando altresì di rintracciare il proprietario dell’animale. Ricerche che si sarebbero rilevate infruttuose.

Il fatto che il cane potesse vivere costantemente nel balcone si è palesato quando si è avuto accesso al domicilio. Il balcone, infatti, sarebbe apparso ricoperto da feci e urina. Criticità anche per i mancati ripari dal sole, nonostante la temperatura esterna, afferma sempre l’OIPA, raggiungesse i 35 gradi. Il cagnolino sarebbe inoltre apparso visibilmente denutrito e con il respirto in affanno. Vista anche l’età avanzata, il cane avrebbe potuto rischiare un colpo di calore e quindi la morte.

A quanto sembra il proprietario si sarebbe trovato in vacanza e aveva affidato la gestione del cane al coinquilino il quale parrebbe avere “dimenticato” di spostarlo nel balcone non interessato dal sole. Sembra che nessuna variante allo spostamento tra i due balconi, sia stata messa in atto negli anni, con privazione di passaggiate e socializzazione.

Il cane è stato così posto sotto sequestro penale; l’accusa è quella di maltrattamento.

Portato da un veterinario si sarebbe palesato il peso inferiore alla norma, pelo pieno di forfora, alopecia su coda e orecchie e con entrambi gli occhi affetti da congiuntivite. “Rimaniamo sempre stupiti nel constatare la leggerezza con la quale le persone “dimenticano” animali sui terrazzi assolati e nelle auto roventi – sostiene Paolo Venturi, Coordinatore Regionale dei Nuclei di Guardie Eco-Zoofile OIPA – In questi casi il sequestro per maltrattamento è un obbligo. E’ davvero importante che, soprattutto in periodi dell’anno con temperature rigide, agli animali venga data la possibilità di proteggersi, che abbiano un luogo dove nascondersi e potersi difendere dai climi freddi e caldi – sottolinea il Coordinatore – Invitiamo chiunque abbia sentore di animali custoditi su terrazzi, balconi o comunque luoghi inidonei e sprovvisti di adeguata protezione, a informarci tramite mail o fax, sarà nostra premura intervenire per valutare la situazione, quando occorre, procedere penalmente contro i trasgressori per salvaguardare la salute degli animali coinvolti”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati