civetta colla
GEAPRESS – Ad occuparsi di lei saranno  gli esperti del Centro di Recupero Animali Selvatici dell’Oasi di Valpredina, gestita dal WWF in provincia di Brescia.

Una povera civetta rimasta nella colla sparsa sulla tavoletta. Accanto a lei  alcuni topolini ormai morti.

Per fortuna il pronto intervento degli esperti del WWF ha evitato il peggio ed il piccolo rapace notturno, a distanza di pochi giorni dal ricovero, sta ora meglio. Le penne, però, sono irrimediabilmente danneggiate e per questo bisognerà attendere la prossima muta. In altri termini, per la civetta di prospetta una lunga degenza nelle voliere del Centro.

Il WWF ricorda come l’utilizzo di vischio in modo indiscriminato causa molti problemi alla fauna selvatica. Animali che nulla hanno a che fare con la trappola  si ritrovano invischiati loro malgrado. E’ probabile che la Civetta abbia tentato di predare uno topolini invischiati rimanendo però anch’essa bloccata e rischiando così di morire.

Il consiglio è pertanto quello di rimuovere tali trappole ma nel caso ciò non sia preso in considerazione si abbia almeno cura di coprire la tavoletta invischiata con una scatola di cartone o un vaso con un foro di entrata per i topi. In questo modo i rapaci notturni alla ricerca di prede sarebbero dissuasi da catturarli finendo incollati.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati