cane bagheria II
GEAPRESS – E’ stato catturato intorno alle 9.50 di stamani, il cane di Bagheria (PA) che vagava da circa 15 giorni con un grosso tubo al collo. A confermarlo  a GeaPress è lo stesso Direttore dei Servizi Veterinari dell’ASL di Palermo dott. Paolo Giambruno il quale si è voluto soffermare sulla gravità di quanto successo. Un fatto, forse, che potrebbe trovare una spiegazione non solo nell’insano gioco di ragazzini.

La cattura è avvenuta dopo che ieri sera il cane, a quanto pare divenuto oggetto di altro tentativo di prelievo, si era andato a rifugiare all’interno di un’area più circoscritta di via Consolare. Qui, stamani, sono intervenuti i Veterinari dell’ASP dott. Murania e dott. Pecoraino. E’ stato proprio quest’ultimo, in compagnia del volontario locale dell’associazione ASVA, il quale aveva tentato più volte di recuperare il povero animale, a prendere per la coda il cane con il tubo al collo.

Una femmina, buonissima. Con una tronchessa di quelle utilizzate per le potature, il dott. Pecoraino ha tolto il tremendo inghippo e la cagnolina ha subito ricambiato il gesto leccando il Medico Veterinario.

In questo momento è in corso il trasferimento della cagnolina presso una struttura veterinaria dove avverrà il controllo sanitario. E’ probabile che il cane verrà sterilizzato, microchippato ed infine reimmesso in territorio.

Una vicenda che aveva tenuto con il fiato sospeso non poche persone creando anche uno strascico di polemiche. A finire incolpevolmente nel fuoco incrociato anche il volontario locale.

In queste ore un po’ tutti si erano mobilitati per la cattura della cagnolina. Pattuglie della Polizia Municipale avevano cercato ripetutamente l’animale mentre un aiuto era anche arrivato dagli animalisti di Palermo. Ieri sera, poi, un tentativo compiuto da un Veterinario non appartenente all’ASP. Stamani, invece, l’intervento risolutivo dei Veterinari ASP e del volontario locale. Lo stesso Comandante della Polizia Municipale di Bagheria, ha riferito a GeaPress come,  dopo un vano tentativo ieri sera, il cane stamani si sia introdotto in un giardino e da qui poi in una struttura più circoscritta.

Come sopra accennato, c’è chi dubita del fatto che il grosso tubo, particolarmente spesso, possa essere stato inserito dalle mani di un ragazzino.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTOGALLERY: