cane morto
GEAPRESS – I primi ottanta cani sono già stati eliminati. E’ avvenuto a sud dell’isola di Bali, in Indonesia. Si trattava degli animali presenti in pochi centri abitati. Si teme ora per lo sviluppo futuro della vicenda mentre  le prime proteste sono già apparse nei giornali locali. Il motivo delle uccisioni deciso dalle Autorità locali sarebbe da ricercare in un’azione di prevenzione della rabbia.

Le uccisioni sarebbero avvenute nella giornata di sabato ed a quanto sembra sarebbero gli stessi villaggi  ad avere fornito le aree di sepoltura per gli animali.

Le esecuzioni sono state caratterizzate dalla proteste di numerose persone. Sembra, a tal proposito, che non tutti i cani fossero randagi o comunque, in qualche maniera, erano accuditi. Ad ogni modo le Autorità avevano diffuso la notizia dell’obbligo di tenere i cani presso le rispettive proprietà, ovvero, per i villaggi, direttamente alla catena.

Incredibile la maniera scelta per l’eliminazione dei cani. Le autoreità provinciali, infatti, avrebbero fornito il veleno.

 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati