yorkshire investimento
GEAPRESS – Serata movimentata per i volontari di Bagheria, in provincia di Palermo. Intorno alle 20.30 di ieri sera, infatti, sono stati avvisati di un investimento avvenuto tra il grosso centro del palermitano ed il paese di Baucina. A rimanere coinvolti, una coppia di Yorkshire. Sul selciato il corpo della femmina; accanto a lei il compagno che l’ha difesa ringhiando e cercando di mordere fin quando i volontari sono riusciti a portarlo via.

E’ stata una serata tremenda – riferisce a GeaPress Selene Giglio, volontaria di Bagheria – Appena giunti sul posto abbiamo trovato la piccola cagnetta ormai priva di vita ed accanto a lei il compagno che non faceva avvicinare nessuno“.

Il cagnetto era fradico di pioggia, tremante e spaventato.

Vegliava la sua compagna – spiega la volontaria – Abbiamo dovuto impiegare molto tempo prima di riuscire ad avvicinarlo. Poi, pian piano, con carezze e parole dolci, si è tranquillizzato; siamo riusciti a prenderlo e portarlo subito dal Veterinario“.

Nel pomeriggio di oggi si saprà se era fornito di microchip. I due cani, infatti, sembravano ben tenuti. Impossibile per ora formulare ipotesi sul perchè si trovassero in un tratto di strada buio e molto pericoloso. Forse un abbandono come una fuga da una abitazione. Finora gli appelli lanciati dai volontari non hanno ricevuto risposta e solo stamani si è riusciti a trovare uno stallo al cagnolino sul quale, ovviamente, si sono concentrate le attenzioni dei volontari.

Desidero ringraziare Melina – tiene a precisare Selene Giglio – E’ stata lei a fare pervenire la segnalazione e ad attivarsi per tutto. Quel tratto di strada è tremendo e di certo il maschietto, se non fosse stato per lei, rischiava anche lui di morire. Purtroppo dalle mie parti casi di questo genere sono frequenti. Mi è capitato con una femmina di pastore tedesco. Era gravida, ma siamo riuscite a crescere tutti i sette cuccioli e a collocarli in famiglia“.

Per lo Yorkshire che vegliava la sua compagna, bisognerà verificare il possesso del microchip. “Vedremo se ha un padrone – aggiunge la volontaria – Se così non sarà, troveremo una sistemazione anche per lui“.

Il cane, di circa due anni di età, è molto docile e ben accetta la presenza dell’uomo. Di certo, sulla fedeltà, non vi sono dubbi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati