gatti
GEAPRESS – Intervento, nei giorni scorsi, del personale della Polizia Municipale di Ancona, del servizio di sanità animale dell’A.S.U.R. 7 e delle volontarie di Legambiente. Qualcuno, infatti, deteneva ben 22 gatti, di cui tre cuccioli appena nati.

Secondo quanto riportato da Legambiente i felini sarebbero stati in buona parte costretti all’interno di un vano di una abitazione in maniera incompatibile con la natura degli stessi animali. I gatti, spiegano i volontari, abbisognano di spazi per muoversi e per socializzare. Il sopralluogo ha poi evidenziato una situazione igienico-sanitaria definita “precaria”. Tutti gli animali sono stati visitati e trasportati presso la struttura pubblica di Bolignano. Legambiente informa a tale proposito che gli animali sono disponibili per l’adozione.

Il possessore rischia ora una denuncia penale per l’ipotesi di reato di maltrattamento di animali.

Ancora una volta, Legambiente denuncia come in alcuni casi si vogliono considerare gli animali, soprattutto quelli da affezione, una cosa propria, la cui detenzione è finalizzata a soddisfare bisogni ed esigenze esclusivamente umane che non tengono conto delle necessità degli animali.

Tutti gli esseri viventi hanno necessità di avere spazi propri, essere curati e custoditi e il dare loro una lettiera ( o una cuccia) ed un po’ di cibo non basta; spesso cioè si confonde l’amore per gli animali con il possesso degli stessi, la compagnia con la reclusione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati