vigili del fuoco cane al
GEAPRESS – Sono molto difficili, forse irrecuperabili, le condizioni di salute di Pluto, il randagio accudito dai volontari, rinvenuto ieri mattina nei pressi di Altofonte (PA) all’interno di un pozzo profondo tre metri.

Il cane, infatti, presenta la rottura della colonna vertebrale e nessuna mobilità agli arti, sia anteriori che posteriori.

La vicenda di Pluto aveva destato molta attenzione per il tempestivo e professionale intervento dei Vigili del Fuoco. La squadra, appena giunta sul posto, ha provveduto al delicato recupero  avendo cura di imbragare il cane in  maniera tale da evitare ulteriori sofferenze. Erano stati proprio i guaiti del cane ad attirare l’attenzione di un cittadino che aveva  tentato un primo recupero con una scala.

Avevo appreso del cane – riferisce a GeaPress Alessio Di Dino, volontario animalista dei luoghi – Non ero presente ma ho seguito a distanza l’intervento dei Vigili del Fuoco e devo confermare che sono stati eccezionali. Purtroppo le condizioni del cane sono molto gravi. E’ toccato a me – aggiunge il volontario – dare  comunicazione di quanto successo alla volontaria che si occupava del cane. L’ho incontrata casualmente nel pomeriggio e credendo che era al corrente ho subito chiesto del cane. E’ stato molto difficile, intendo dire umanamente, affrontare la situazione e capisco che il dramma e proprio dietro l’angolo“.

Pluto era ben accudito ma di entrare in una casa proprio non ne voleva sapere. In un certo senso era stato lui ad imporsi una vita da randagio, nonostante gli sforzi dei volontari di Altofonte. Chissà come è caduto in quel pozzo. Impossibile risalire alla dinamica di quanto successo.

Storie di cani e di volontari che tentano di sopperire alle continuate dimenticanze delle pubbliche amministrazioni. Molti paesi del palermitano non hanno neanche una struttura di pronto soccorso e solo grazie all’intervento dei volontari si riesce almeno in parte ad alleviare le sofferenze.

Non sempre c’è il lieto fine, come nel caso della bella Martora ritrovata  da Alessio Di Dino appena investita nel tratto di strada compreso tra Monreale e la frazione di Pioppo, sempre a due passi da Palermo. Poi un secondo cane, trovato poche ore addietro orrendamente martoriato sempre sull’asfalto. Per il povero Pluto si era sperato in un destino diverso.

Intanto ai Vigili del Fuoco di Palermo, vanno i ringraziamenti dei volontari. “Senza di loro – conclude Alessio Di Dino – sarebbe stato tutto più penoso”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati