cane morto
GEAPRESS – Comunicato dell’ENPA di Alessandria in merito al recente intervento congiunto ai Carabinieri ed all’ASL Veterinaria,  in un allevamento di cani Labrador della provincia.

Secondo quanto riportato dalla Protezione Animali, le cui Guardie hanno preso parte alle indagini, la situazione si sarebbe presentata complicata e difficile da dimenticare. Nei circa 18 box erano presenti quattro cani ancora vivi, due carcasse di cani nella zona giorno ed i resti di 16 cani nella zone notte, chiusi all’interno.

In un congelatore, poi, i resti di quattro cani ed un gatto.

I quattro cani superstiti sono stati posti sotto sequestro e trasferiti presso il canile municipale di Ovada gestito dai volontari ENPA.

L’ ENPA con i propri legali si costituirà parte civile nel processo eventualmente intentato. Pesanti le accuse rivolte dall’ENPA: le situazioni venutesi a creare potrebbero essere state volute. Particolarmente penoso quanto descritto in merito ai 16 cani della zone notte. Sempre la Protezione Animali, riferisce di morte per fame e sete

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati