capriolo ferito
GEAPRESS – Un giovane maschio di capriolo che dal bosco è caduto in un recinto del Santuario della Madonna della Pace ad Albisola Superiore (SV).

Il povero animale, soccorso dai volontari della Protezione Animali savonese, era semicieco per una malattia tipica e diffusa della specie. Con molta fatica il giovane capriolo è stato recuperato e portato presso un veterinario specializzato che però, per le condizioni critiche in cui ormai si trovava, ha dovuto praticargli l’eutanasia.

Nello stesso giorno i volontari ENPA hanno recuperato a Varazze un cucciolo di capriolo trovato ferito in una via della periferia da un Vigile del Fuoco. Purtroppo la commozione cerebrale non gli ha dato scampo e nulla ha potuto l’intervento veterinario e le cure somministrategli.

L’ENPA fa presenta come i due soccorsi si aggiungono agli oltre dieci che da metà maggio giornalmente effettuano i pochi volontari dell’ENPA, senza alcun aiuto, per recuperare volatili feriti o caduti dai nidi. Fino all’anno scorso il recupero degli ungulati era di spettanza degli Ambiti territoriali di caccia ma una legge regionale approvata da tutti i partiti ad esclusione di M5S e Rete a Sinistra, li ha esentati dall’obbligo senza prevedere chi dovrà farlo; il compito di soccorrere la fauna selvatica ferita e in difficoltà è rimasto quindi genericamente alla Regione Liguria.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati