cane ag
GEAPRESS – Presa a bastonate perchè si doveva … “cacciar via”. Questa l’incredibile giustificazione che sarebbe stata riferita nel momento in cui una persona che aveva sentito i lamenti deglla cagnolina, si è precipitata in strada per soccorrerla.

Due occhi enormi e duno sguardo dolcissimo che però, alcune sere addietro, nei pressi di Agrigento, hanno rischiato di finire molto male.

La cagnetta, di circa tre mesi e mezzo, è stata  soccorsa immediatamente  ed è stata poi consegnata all’OIPA cittadina che rassicura sulle condizioni di salute ed anzi spera di poterla dare in adozione.

Un caso tremendo – riferisce a GeaPress Laura Samaritano, responsabile OIPA di Agrigento – ma questa volta ha prevalso l’indignazione ed il senso civico“. A chiarire cosa realmente successo qualche sera addietro ad Agrigento ci penseranno infatti i Carabinieri chiamati proprio a seguito del tragico episodio.

Non è la prima volta che l’OIPA di Agrigento interviene in occasione di maltrattamenti o segnalazioni in genere di animali bisognosi. Degli autori, in genere, nulla si riesce a scoprire. Questa volta, però, le cose sembrano essere andate in maniera diversa.

La cagnetta, intanto, è stata sverminata, ha ricevuto la prima vaccinazione, mentre sono stati compiuti gli atti burocratici per la registrazione all’anagrafe canina.

Per la storia giudiziaria si vedrà. Intanto la cagnolina è disponibile per l’adozione. Questa la mail di riferimento dell’OIPA di Agrigento: agrigento@oipa.org

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati