Quando si parla di circo l’instabilità tipica della categoria si riflette un pò in tutte le caratteristiche di uno spettacolo il quale rimane sostanzialmente di tipo viaggiante. L’Italia non ha circhi stabili e se un tempo vi erano dei teatri cittadini periodicamente affittati allo spettacolo circense oggi è il tendone l’unico precario simbolo delle rappresentazioni in buona parte ancora basate sull’uso degli animali.

Un circo fa capo ad una impresa la quale non ha sostanziali obblighi di legare la sua produzione ad una insegna. Se in Russia, ad esempio, vi è l’omonimo circo nazionale, in Italia esiste il Circo di Mosca in realtà appartenente ad un nostro connazionale antagonista, nell’uso del cognome, addirittura con la signora Moira Orfei. La vistosa signora circense, la cui figura ben rappresenta tutto sommato l’icona del circo italiano, ha pure protestato per il sito web che riporta il suo cognome sebbene faccia accedere all’improbabile circo russo. E’ riuscita invece a creare il circo tedesco, nel senso che ha fatto togliere l’uso dell’insegna Orfei ad  una famiglia pugliese che da allora si è presentata come circo italiano, poi italo tedesco ed infine tedesco. Sembra che il proprietario abbia un trisavolo austroungarico che nella sue peregrinazioni europee lasciò tracce  anche nella penisola italiana. La situazione della quasi totalità dei circhi italiani non è molto diversa. Oggi un circo può chiamarsi Togni, avere gli animali del Sig. Martini e presentarsi nello stesso posto pochi mesi dopo come Orfei.

All’interno di questo mondo gli spettacoli, ivi compresi quelli basati sull’esibizione della  cattività animale, vagano continuamente tra insegne o imprese circense diverse. Gli animali, poi, possono essere facilmente scambiati, affittati, venduti. Considerata la cronica instabilità, è arduo dare un numero esatto di circhi. E’ possibile, con più certezza, indicare un numero di imprese prossimo al centinaio (basta guardare gli elenchi dei contributi pubblici) mentre le insegne oscillano, di anno in anno, da 120 a 150.