elefante africano II
GEAPRESS – Diciotto elefanti africani potrebbero a breve essere prelevati da un’area privata dello Swaziland per essere destinati a tre zoo collocati nel Texas, Nebraska e Kansas.

La decisione, che ha già sollevato una vivace opposizione internazionale che chiede di lasciare i pachidermi nel loro ambiente naturale, avrebbe già avuto il parere tecnico dello U.S. Fish and Wildlife Service statunitense. Si tratta dell’Agenzia Federale che ha, tra i vari compiti, anche quello del controllo sul commercio di animali esotici.

Secondo le autorità americane l’importazione dei diciotto elefanti non pregiudicherebbe lo status di conservazione della specie e non sarebbero altresì rilevanti gli scopi commerciali.  Purtroppo la Convenzione di Washington sul commercio di specie di flora e fauna in via di estinzione, non impedisce i commerci di questi animali, come a volte si usa credere. In realtà li disciplina in funzione dell’eventuale pericolo di estinzione basandosi su stime delle popolazioni selvatiche provenienti dai potenziali paesi esportatori.

Così sembra essere stato anche per lo Swaziland, uno dei paesi più poveri al mondo. Per i diciotto elefanti, tre maschi e quindici femmine, si prospetta pertanto l’addio delle savane africane per i recinti murati e vetrati (o exhibits, come adesso si usa dire) degli zoo americani.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati