GEAPRESS – Fanno un po’ tutti conservazione, si prodigano contro la pesca degli squali finalizzata alla produzione della famosa zuppa, ma in pochi si chiedono della provenienza degli squali esposti nelle gabbie di vero degli acquari pubblici. Squali esotici ma anche locali, come il caso di alcuni pesci cartilaginei (squali e razze) detenuti nelle gabbie di vetro degli acquari italiani. E’ successo, ad esempio, con alcune razze dell’adriatico ed i “gattucci” prelevati nello Stretto di Messina.

L’ultimo ad essere pizzicato è un acquario a Myrtle Beach, nella costa del South Carolina. Dieci squali che secondo gli animalisti americani sono stati pescati in loco. Per loro una spedizione che doveva rimanere segreta. Una struttura intermedia a New York, infatti, li avrebbe dovuti gestire fino alla primavera del 2013. Poi, i dieci squali, dovrebbero essere trasferiti in un acquario vicino Toronto, in Canada. Fine della vita libera, non per pinne e zuppe di discutibili gusti, ma per uno zoo d’acqua. La gabbia di vetro non viene percepita dal visitatore come una struttura di costrizione. Anzi gli scenari ricostruiti rendono alla vista dell’uomo un quadro gradevole che però non cambia la condizione dei poveri reclusi.

Un po’ come i recinti e gli exhibits degli zoo. Niente gabbie a barre metalliche, ma fossati e muri rustici con vetrate. Faranno probabilmente questa fine gli “oggetti” di una nuova spedizione della quale recentemente si è venuto a sapere. 146 animali selvatici, dono del Governo della Namibia al National Zoological Park di Cuba, paese già noto per i prelievi in mare dei delfini spediti nei delfinari di mezzo mondo (italiani compresi). A fine settembre voleranno a Cuba dieci rinoceronti, cinque elefanti, grandi felini e altre specie che nel complesso hanno contribuito al nome della spedizione: “Arca di Noè”.

Il giardino zoologico di Cuba ha annunciato un investimento da 15 milioni di dollari per accogliere i nuovi animali. Sarà uno zoo moderno, con recinti ed exhibits ed i visitatori sono comunque in costante aumento.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati