elefantini
GEAPRESS – La segnalazione pervenuta pochi giorni al Zimbabwe Conservation Task Force (vedi articolo GeaPress) era giusta, ma gli animali catturati non saranno diretti in Cina ma negli Emirati Arabi Uniti. Così il Ministro dell’Ambiente dello Zimbabwe avrebbe riferito al giornale The Telegraph.

Si tratta di 34 elefantini, sette cuccioli di leone e dieci antilopi nere. Gli animali, catturati alcuni giorni addietro, sarebbero stati visti da alcuni turisti all’interno dei recinti predisposti nel Parco Nazionale Hwange. Gli elefanti, tutti di età compresa tra due e cinque anni, sarebbero stati catturati con l’ausilio sia di squadre di terra che di elicotteri governativi. Per separarli dal branco ed in modo particolare dalle madri, sarebbero stati sparati colpi di pistola.

L’ipotesi di un trasferimento in Cina, è stata probabilmente considerata dai protezioni alla luce di altro recente viaggio (elefantino in foto). Poco dopo l’arrivo nel paese asiatico, uno degli elefantini morì.

Preoccupazione viene ora sollevata per la sorte dei giovani elefanti, così come per gli altri animali. Oltre alle generali condizioni di benessere, viene infatti rilevato il trauma che tali animali subiscono a causa delle cattura.  Si tratta, infatti, di animali sociali, con un complesso meccanismo di comunicazione e diversi rapporti tra i vari individui. Molti incidenti che hanno caratterizzato sia la specie africana che indiana di elefante, quando trasferiti in zoo,circhi ma anche allo stato selvatico, sono stati più volte messi in correlazione con la cattura o morte traumatica di alcuni componenti dei branchi selvatici.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati