GEAPRESS – Un autoscontro, metaforicamente parlando, quello andato in scena poche ore addietro a Trapani. Come spesso accade da quelle parti ad essere nuovamente protagonista di vicende che coinvolgono la tutela degli animali è Enrico Rizzi, Coordinatore Nazionale del PAE (Partito Animalista Europeo) impegnato nella campagna elettorale per le prossime elezioni comunali.

La macchina pubblicitaria di Rizzi, candidato con il partito del Presidente della Camera, è stata lungamente seguita dal furgone del circo dal cui interno, denuncia Rizzi, alcune persone avrebbero iniziato a schernire. Il furgone del circo, però, non si era accorto che si era andando ad inserire tra la macchina pubblicitaria del Rizzi ed un secondo automezzo guidato dallo stesso candidato animalista.

E’ stato incredibile – ha dichiarato a GeaPress Enrico Rizzi – all’improvviso mi sono visto il furgone del circo che si è messo di mezzo tra la mia macchina e quella con il mio manifesto elettorale. Li vedevo da dietro gesticolare contro la prima macchina ed appena si sono accorti di me le cose sono peggiorate ed ho ritenuto opportuno chiamare la Polizia“.

Rizzi ha annunciato una denuncia dal momento in cui, a suo dire, sarebbe stato volutamente ostacolato alla guida. In base a quanto sarebbe stato rilevato in loco, il furgone non aveva con sé la necessaria autorizzazione per la pubblicità.

Entro lunedì dovranno portarla in Questura – ha riferito Rizzi – Intanto non posso che ringraziarli dal momento in cui, impegnato nella campagna elettorale, non mi ero potuto occupare molto di loro.”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati