GEAPRESS – I disordini sono avvenuti questo pomeriggio innanzi al Circo di Spagna, attendato a Porta di Roma. Secondo le prime indiscrezioni, un uomo, probabilmente uno spettatore, parrebbe avere spintonato una manifestante disabile. Secondo quanto riferito da alcuni militanti del PAE (Partito Animalista Europeo) la signora, a quanto pare in stampelle, sarebbe caduta a terra battendo violentamente la testa. L’arrivo dell’ambulanza ha consentito il ricovero in ospedale ma per circa 15 minuti, il tempo che i soccorsi hanno impiegato a raggiungere il luogo, la signora sarebbe rimasta in terra preda di violente convulsioni. Non è chiaro cosa sia successo dopo. Sembrerebbe potersi confermare che a sentirsi male sia stata anche la moglie dello spettatore,  in stato interessante, che sarebbe stata portata via con una seconda ambulanza fatta accorrere sul posto.

Veri  e propri tafferugli, sembrerebbero  comunque essere avvenuti dopo che lo spettatore aveva acquistato il biglietto, ovvero dopo i primi disordini. Sembrerebbe che in questa fase possa aver preso parte personale del circo.

Sul luogo, tre volanti della Polizia di Stato ed una gazzella dei Carabinieri. Una delle tre volanti era però presente fin dall’inizio della manifestaizone in normale servizio di vigilanza. 
Dei disordini ne da conferma lo stesso circo, da noi contatto. La versione, però, è sostanzialmente opposta, ovvero su chi ha messo in atto l’aggressione. Confermato che l’uomo oggetto della discussione non era un circense ma uno spettatore che in quel momento si trovava nei pressi della biglietteria. Si sarebbe però sentito aggredito dagli animalisti. Confermato l’arrivo dell’ambulanza ed il trasporto in ospedale della signora in stato interessante.

La situazione è  tornata alla calma, dopo l’arrivo in forze di Polizia e Carabinieri, presenti a quanto pare anche con personale in borghese. Gli animalisti avrebbero dichiarato di avere prodotto abbondante materiale video e fotografico che servirà a supporto di una denuncia.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati