delfinario protesta
GEAPRESS – La protesta anti delfinario arriva in Consiglio Comunale. A Rimini, nella giornata di oggi, alcuni attivisti  si sono presentati nell’Aula Consiliare, per esprimere il proprio dissenso alla riapertura del Delfinario di Rimini. Una ipotesi questa, avanzata dalla proprietà sebbene con animali diversi dai delfini.

In silenzio,in piedi, gli animalisti hanno mostrato dei cartelli con la frase ” No alla riapertura del delfinario – Nessuno nasce per essere uno schiavo”.

Con questa dimostrazione – hanno riferito nella loro nota gli attivisti – la Rimini che non vuole il delfinario ha voluto lanciare un messaggio chiaro e determinato: la città non ha bisogno di sfruttare gli animali per il proprio indotto turistico”.

Una questione di etica, sempre ad avviso degli animalisti, che vale di più del fatturato anche nel caso della capitale del divertimento. Nel frattempo la petizione indetta dal gruppo “Basta Delfinari” si è conclusa con oltre 15.000 firme.

Le proteste, affermano gli animalisti, continueranno: il “caso delfinario” non rimarrà sotto silenzio.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati