delfinario III
GEAPRESS – Nuovo colpo di scena nella lunga vicenda che vede ormai da mesi coinvolto il Delfinario di Rimini e le contrapposte ragioni degli animalisti e della proprietà.

Secondo una nota del Comune di Rimini la società gestrice è stata autorizzata ad esercitare l’attività temporanea di spettacolo viaggiante.

Più in particolare, con atto del 30 giugno scorso, “il Dirigente della Sportello Unico per le Attività produttive del Comune di Rimini ha autorizzato, secondo quello che prescrivono le leggi vigenti, il legale rappresentante della società”  ad esercitare l’attività temporanea di spettacolo viaggiante nella struttura con “attrazione denominata ‘acquario’, che rientra nella tipologia delle ‘medie attrazioni’, diversa per legge da quella di ‘giardino zoologico“.

Il Comune di Rimini afferma di avere acquisito gli obbligatori nulla osta da parte dell’Asl e della Commissione di Vigilanza rilasciati, sulla base delle indicazioni delle leggi in materia. L’autorizzazione è valida per ospitare 3 esemplari di Otarie (Arctocephalus pusillus pusillus).

Il Comune di Rimini – si legge nella nota – in sinergia con gli enti preposti, vigilerà per tutto il periodo dell’autorizzazione temporanea affinché le condizioni della struttura e della salute degli animali rispondano ai requisiti indicati da leggi e norme specifiche“.

L’ipotesi di fare arrivare nella nota struttura animali diversi dai delfini, era stata annunciata dalla stessa proprietà in polemica con le associazioni.

In realtà, negli anni scorsi, una lunga polemica caratterizzò altra nota struttura italiana che era ricorsa ad analoga autorizzazione la cui disciplina deriva dal Ministero dei Beni Culturali. In quel caso sembra non fosse  ancora stata rilasciata l’autorizzazione a “Giardino Zoologico”, che dipende invece dal Ministero dell’Ambiente.

Sul caso di Rimini, come era facile prevedere, sono riprese le polemiche. Ad essere additato è il Comune, mentre nuove manifestazioni sono in preparazione. Intanto,  il nuovo scontro sul futuro del Delfinario, sembra proprio questa volta vinto dalla proprietà.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati