GEAPRESS – Anche il Paraguay si aggiunge alla lista dei paesi che hanno vietato gli animali nei circhi. Nel caso del provvedimento appena approvato si tratta di animali appartenenti a specie selvatiche, ovvero tutti i grandi felini, orsi, scimmie, elefanti, rettili, giraffe, etc. Il divieto è arrivato grazie ad un provvedimento del Ministero dell’Ambiente e fa seguito ad analoghe leggi che sono già state approvate nello stesso continente. In particolare si tratta di Ecuador, Bolivia e Perù, mentre è attesa l’approvazione della proposta di legge brasiliana. In Colombia, invece, rimane solo l’approvazione in seconda lettura presso il locale Parlamento.

La decisione del Paraguay è stata ripresa ora dagli animalisti europei, per ricordare lo stallo nel quale, in Inghilterra, è precipitato il divieto di detenzione degli animali nei circhi. Voluto dalla stragrande maggioranza dei cittadini inglesi (stante un sondaggio governativo) oltre che dalla volontà dei parlamentari inglesi (mozione, vincolante, approvata a larga maggioranza) ma il governo di David Cameron rimane di fatto indeciso. Prigioniero, dicono gli animalisti, dei pochi circhi che ancora si ostinano a detenere gli animali in cattività.

In Italia non vi è in itinere alcuna proposta di legge anti circo. L’atto presentato alla Camera è stato definitivamente annullato in Commissione spettacolo, all’interno della proposta di legge sullo spettacolo dal vivo voluta dall’On.le Gabriella Carlucci che è anche componente dell’Intergruppo parlamentare amici del tiro della caccia e della pesca.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati