GEAPRESS – C’è da sperare che sia una scherzo, ma così sembrava anche per la potatura dei ficus sotto il sole cocente di questi giorni ed i nidi degli uccelli ancora sugli alberi. Poi, però, sono apparse le motoseghe e decine di alberi sono stati ridotti “all’osso”.

Ora l’elefante. Dovrebbe essere presente nel corso della sfilata del carro di Santa Rosalia, prevista per il 14 luglio. Il festino dei palermitani. Sarà vero? Un elefante, di certo, è stato annunciato dalla Giunta Orlando. Poi, si spera, potrebbe anche essere di plastica. La morbosa curiosità che stamane si è scatenata in città, non tiene però conto che la legge vieta senza possibilità di deroga, simili esibizioni. Gli elefanti, come altre specie animali, sono classificati pericolosi per l’incolumità del pubblico già dal 1996. Non possono essere detenuti se non dalle strutture autorizzate dei circhi e dei giardini zoologici.

Spero sia una scherzo – ha dichiarato a GeaPress Alessandra Musso, Responsabile della LIDA cittadina – e mi dispiace che tra le tante voci incuriosite che stamani stanno girando a Palermo, nessuno si sia chiesto a quale stress sarebbe sottoposto il povero animale il quale, di certo, potrebbe rappresentare un serio rischio per l’incolumità del pubblico. La sfilata di Santa Rosalia, dovrebbe non avere animali, ed invece in più occasioni sono apparsi i cavalli a trainare un carro già pesante e che trasporta addirittura una intera orchestra, in una via molto stretta, affollata da decine di migliaia di persone, fuochi e luminarie. Adesso si parla di un elefante, già solo immaginarlo è oltremodo di cattivo gusto. Spero vivamente – ha aggiunto Alessandra Musso – che si tratti di uno scherzo anch’esso, comunque, di cattivo gusto“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati