babbuino circo
GEAPRESS – Intervento delle Guardie Zoofile coadiuvate dalla Guardia di Finanza in un circo attendato in provincia di Napoli.

Le Guardie del Nucleo Investigativo di Aversa (CE), coordinate dal Responsabile del Servizio di Vigilanza Saverio Mazzarella, hanno così risposto alle numerose segnalazioni provenienti da cittadini circa le condizioni di detenzione degli animali all’interno dell’area circense.

Le Guardie Zoofile, al fine di verificare la veridicità delle informazioni hanno eseguito il sopralluogo nelle prime ore del mattino. Stante quanto comunicato dal Servizio di Vigilanza Zoofila sarebbero state rilevate situazioni attenzionabili sotto il profilo penale. Il tutto è stato fotografate e videregistrato. Tra queste vi sarebbero abbeveratoi con acqua “maleodorante” oltre che ortofrutta nella disponibilità degli animali sparsa al suolo con fango ed escrementi. I cavi elettrici, inoltre, si sarebbero presentati con guaine di protezione danneggiata.

In un recinto veniva fotografato un Babbuino con una cintura in vita e presenza di prolassi. Il suo “abbeveratoio”, sempre ad avviso delle Guardie, conteneva acqua con escrementi. Le stesse Guardie lamentano inoltre un accerchiamanto che sarebbe stato condotto da una quarantina di persone, oltre che insulti, offese e persino strattonamenti.

Nei registri C.I.T.E.S., inoltre, paventate difformità sugli animali detenuti fra i quali alcuni esemplari di tigre per i quali si lamenta il vano particolarmente stretto per due cuccioli. Tutte situazioni che dovranno ora passare al vaglio della Magistratura anche al fine della convalida del sequestro. Sempre secondo quanto dichiarato dal Nucleo di Vigilanza Zoofile alcune persone sono state condotte presso il locale Comando della Guardia di Finanza ove sarebbero stati identificati e denunciati. Le accuse dalle quali dovranno difendersi sono quelle di maltrattamenti, oltraggio, minacce e lesioni a Pubblico Ufficiale. Oggetto di misura cautelare sono stati zebre, un elefante, cammelli, buoi, cavalli, tigri, un babbuino, una giraffa, un ippopotamo, struzzi, un emu, pony, asini, lama ed una capretta. Sanzioni, inoltre, per 110.000 euro.

Le azioni repressive delle Guardie Zoofile di Aversa (CE) proseguiranno senza sosta su tutto il territorio nazionale.

 

N.B.: in merito a quanto diffuso dalle Guardie Zoofile il titolare del circo ha smentito ogni ipotesi di maltrattamento, annunciando azioni legali. Sempre sullo stesso caso il circo, sottoposto a verifica da parte dell’ASl e della Polizia Municipale,  non sarebbe risultato in condizioni tali da fare scattare ipotesi di reato e sequestro.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati