GEAPRESS – L’insegna  è quella Orfei ma il circo potrebbe appartenere ad altra famiglia. Di certo quando sono stati attendati a Brindisi avevano preso male la decisione del Comune di non concedere più autorizzazioni per spettacoli con animali.

Oggi la comunicazione del blitz della Forestale avvenuto a Martina Franca (TA). Stante quanto riferito dalla Forestale sarebbero stati detenuti senza autorizzazioni tigri e leoni. Sette leonesse, due adulte e 5 di appena 5 mesi. Poi due tigri, anch’esse femmine, di 7 mesi.

Ad intervenire sono stati gli uomini del Servizio CITES Territoriale del Comando Regionale di Bari in collaborazione con il personale dell’Ufficio Territoriale per la Biodiversità di Martina Franca (TA).

I grandi felini come tigri e leoni sono tutelati dalla Convenzione di Washington sulle specie animali e vegetali minacciate d’estinzione (CITES) e sono considerati pericolosi per l’incolumità pubblica. La loro detenzione, sempre vietata per i privati, per eventuali attività circensi è subordinata al possesso di una specifica autorizzazione del Prefetto, rilasciata sulla base delle linee guida approvate dalla Commissione Scientifica CITES anche al fine di garantire il benessere degli animali.

I felini, tuttora sul posto, dopo il sequestro sono stati temporaneamente affidati in custodia giudiziaria al domatore del circo che ne è anche proprietario.

L’uomo è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria competente con l’accusa di avere violato le normative sulla detenzione di animali pericolosi.

I Forestali, contestualmente al sequestro, hanno impartito ai titolari dell’attività circense le prescrizioni per scongiurare eventuali pericoli per bambini, spettatori o in generale persone curiose che tentino di avvicinarsi ai felini. Ora spetta alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Taranto pronunciarsi sulla collocazione degli animali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati